Il palazzo dei destini incrociati

“Il nuovo Corviale chiamato anche “Serpentone” è un Palazzo lungo circa 1 km che sorge in periferia ovest di Roma, nato alla fine degli anni ‘70 per fronteggiare la crisi abitativa. Sin dalla sua nascita questo luogo è stato sinonimo di degrado e delinquenza soprattutto per un malessere gestionale , tanto da farlo diventare uno dei quartieri simbolo di Roma. La storia vede uomini e donne catapultati in un luogo privo di infrastrutture, con addosso ancora le ferite causate dallo strappo dello sfratto di massa, costrette ad un convivere per forza o per ragione. Persone che hanno dovuto riorganizzare la loro vita con mille difficoltà, cercando di reinventarsela, di colorarla, di viverla con nuove regole e soprattutto con il fai da te. Mentre da anni si parla di riqualificare il Corviale, facendo progetti sulla materia, il mio intento è stato quello di dare voce e far conoscere l’umano dei piu’ deboli o meglio gli “invisibili” di cui spesso ci si dimentica, o si parla in modo stereotipato.

“The new Corviale also called” Serpentone “is a building about 1 km long that rises on the western outskirts of Rome, born in the late ’70s to deal with the housing crisis. Since its birth this place has been synonymous with decay and crime especially for a managerial malaise, so much so that it has become one of the symbolic neighborhoods of Rome. History sees men and women catapulted into a place without infrastructure, still wearing the wounds caused by the tearing of the mass eviction, forced to live together by force or for reason. People who have had to reorganize their lives with great difficulty, trying to reinvent it, to color it, to live it with new rules and above all with do-it-yourself. , my intent was to give a voice and make known the human of the weakest or rather the “invisible” ones that are often forgotten, or talked about in a stereotypical way .